Italiani a San Pietroburgo: Vittime dei borseggi estivi, anche in gelateria

borseggio 300x290 Italiani a San Pietroburgo: Vittime dei borseggi estivi, anche in gelateria

Borseggi карманные кражи

L’estate 2009 a San Pietroburgo per alcuni turisti italiani s’è rivelata svantaggiosa; diversi gli ospiti, in visita nella Venezia del Nord, presi di mira dai borseggiatori.

Avviene soprattutto nelle zone del centro di San Pietroburgo, poiché ovviamente sono le più frequentate dai turisti stranieri: c’è chi subisce il furto per strada, qualcuno in metropolitana o chi al ristorante e in gelateria.

Agosto
Apprendiamo dall’agenzia di notizie “Operativnoye prikrytiye” che, passeggiando la sera vicino alla Cattedrale di Sant’Isacco, un turista italiano di 64 anni ha notato la perdita di passaporto, patente di guida, tessera sanitaria, carta di credito e mille euro.

Di sera, sulla Nevskiy Prospekt, un cittadino italiano di Biella, di 50 anni appena compiuti, non ha trovato il portafoglio nella tasca posteriore dei pantaloni nel quale vi erano 3 mila rubli, 50 euro, carte di credito di cinque banche italiane, passaporto e patente di guida. Il festeggiato era venuto a San Pietroburgo per un giorno, incluso in un tour per le città europee, che si era regalato per il suo compleanno.

Giugno
Nella stazione della metropolitana “Gostiny Dvor” ad una 77 enne, residente di Brescia, hanno rubato dallo zaino il portafoglio con 100 euro e l’assicurazione medica.

Dopo una passeggiata alle 4 del mattino lungo il canale del fiume Fontanka, in direzione della Nevskiy Prospekt, un 23-enne italiano, a San Pietroburgo con un visto business, è stato ricoverato in ospedale con una lesione cerebrale.

Un turista di 37 anni, residente a Nizza, è stato derubato nel ristorante giapponese “Dve Palochki” sulla Prospettiva Nevskiy. Gli hanno preso dalla giacca, appesa su una sedia, un cellulare del valore di 150 euro, contenente la Sim di un operatore mobile francese; poi però lo hanno recuperato.

Posti pericolosi
A San Pietroburgo le persone e in special modo i turisti, non vengono derubati solo per strada o nella metropolitana; si legge, da una recente analisi, che qui a San Pietroburgo ci sono alcuni locali pubblici ove la gente, in questo caso non solo stranieri ma anche russi, è di frequente stata derubata del telefono cellulare, del portafogli o della borsa. Tra questi al primo posto spicca un locale del centro, dall’apparenza italiano anche se, in verità, proprietario risulta sia una russa facente capo ad una società commerciale dal nome “OOO Spazio Moda”. Stiamo parlando del bar caffe gelateria Venezia, situato sulla Nevskiy Prospekt; locale ben noto a San Pietroburgo per i continui furti con destro subiti dalla clientela da parte di ladri borseggiatori.

Non solo vittime
Tuttavia gli italiani a San Pietroburgo non assumono il solo ruolo di vittime; bensì anche di delinquenti. Vi ricordiamo che proprio a luglio di quest’anno sono stati arrestati, per frode e truffa, tre italiani che vendevano generatori di alta tensione falsificandoli con il marchio Honda.

GER

Print This Post

Post correlati


Fatal error: Uncaught Exception: 12: REST API is deprecated for versions v2.1 and higher (12) thrown in /home/jenechka/massmediumblog.com/wp-content/plugins/seo-facebook-comments/facebook/base_facebook.php on line 1273