Serate culturali italiane a San Pietroburgo: Eleonora Duse e Giuseppe Varacalli

Eleonora Duse 227x300 Serate culturali italiane a San Pietroburgo: Eleonora Duse e Giuseppe Varacalli

Элеонора Дузе Eleonora Duse

Il poeta italiano contemporaneo Giuseppe Varacalli e l’attrice teatrale italiana del secolo passato Eleonora Duse saranno i temi principali delle tre serate culturali a San Pietroburgo.

Il pubblico pietroburghese potrà leggere le poesie bilingue del libro “Quando l’amore” e vedere il film muto in bianco e nero “Cenere”, unico ruolo cinematografico di Eleonora Duse, proiettato in onore del 150-mo anniversario dalla sua nascita.

Il libro di poesie di Giuseppe Varacalli “Quando l’amore” parla di San Pietroburgo
La conferenza dedicata alla presentazione del libro di poesie di Giuseppe Varacalli “Quando l’amore” si terrà il 26 novembre 2009. Del libro parlerà la Professoressa Kokoshkina Svetlana Aleksandrovna, che ha contribuito alla redazione e all’adattamento letterario del testo nella versione in lingua russa.

Giuseppe Varacalli è un ingegnere industriale nato in Calabria che per lavoro ha girato per il mondo ed ha visitato anche San Pietroburgo. Il suo libro è stato pubblicato in italiano e in russo nel 2008, a Roma. “Quando l’amore” ha avuto la menzione speciale della Giuria “Opera Prima” della XIV Edizione del Premio Orient Express (Roma, 2008).

Ora e luogo: Giovedì 26 novembre alle ore 18,30 presso la sala dell’Associazione per i rapporti culturali con l’Italia (Liteyny pr. 60).

Vi proponiamo di leggere alcuni pezzi tratti dall’articolo del giornale italiano La Riviera, uscito il 23 agosto 2009, sotto la firma di Giorgio Papaluca, che parla del libro di Giuseppe Varacalli Quando l’amore:

Il libro di poesie “Quando l’amore” di Varacalli si compone di 36 liriche la cui nota più profonda è il rimpianto melanconico, struggente, vano di un passato che affiora alla memoria e martella e rode l’animo con un valore evocativo accorato e doloroso. Si avverte l’inesorabilità di un destino crudele che porta via la creatura sua diletta. Le liriche sono pervase dal profumo e dalla presenza dominante di una donna, la compagna del poeta:

“..Maestra di dignità, di vita,
ricolma d’amore verso tutti,
musica dolcissima inebriante,
che rende splendida e fascinosa la casa,
illumina la natura, che,
benigna l’accoglie
come ostrica la perla..
La tua voce è una musica dolce
che pervade i miei sensi d’ebbrezza
ed io sono sollevato
qual piuma nel cielo d’estate..
Brillavan gli occhi tuoi chiari:
due stelle; eran simili a quelle
che stavan sopra di noi
..”

Nella casa del poeta vi era prima luce, armonia, bellezza; quando quella luce si spegne, tutto “è silenzio, immenso silenzio, irreale, pesante”. Il poeta si rifugia nel sogno, come un naufrago si aggrappa allo scoglio, e continua a vivere con la sua compagna, nel revival d’un mondo perduto, paradiso della memoria, “i momenti di trepida attesa, d’incontri, di dolci adorabili sguardi, di tenere ardenti parole, di forti frementi carezze”.

Nella prefazione del libro viene osservato: “Attenzione particolare meritano i versi di Varacalli dedicati alla luce, ai colori, agli odori, al vento, all’aria, al mare. Le acque chiare della Neva. La fresca brezza del mare. I bagliori d’oro del sole. Il profumo dei tigli nell’aria serale. Le terse albe marine”. Varacalli è innamorato di San Pietroburgo. Di plastica bellezza è la visione della Neva, il grande fiume dalle cento isolette, “Ove riflette il sole i suoi colori”.

Il 150-mo anniversario della grande attrice teatrale italiana Eleonora Duse
Due giorni, il 30 novembre e il 1 dicembre, saranno dedicati a Eleonora Duse, grande attrice italiana a cavallo tra due secoli il XIX e XX. Si terrà la proiezione del film ove lei recita la sua unica parte cinematografica e la conferenza che parlerà del suo legame con la Russia.

Eleonora Duse non usava quasi mai truccarsi, recitava con la massima naturalezza, sempre carica di compassione e d’acre intellettualità al contrasto con la sua rivale Sarah Bernhardt, grande attrice francese.

Il 30 novembre verrà proiettato il film “Cenere” (1916), restaurato con il contributo della Fondazione Nazionale per il Cinema di Milano e la Regione Veneto e interpretato magistralmente da Eleonora Duse, per la regia di Febo Mari. Il film di durata di mezzora racconta una storia triste della tragedia di madre e figlio.

Ora e luogo: Lunedì 30 novembre alle ore 18,30 presso la Sala polifunzionale del Consolato Generale d’Italia di San Pietroburgo (Teatralnaya pl. 10).

Il 1 dicembre il Professor Carmelo Alberti dell’Università Ca’ Foscari di Venezia parlerà di Eleonora Duse e il suo soggiorno in Russia. Dopo di che si svolgerà un originale dialogo tra Eleonora Duse e lo scrittore Arrigo Boito interpretato da due giovani attori italiani, allievi dell’Accademia di arte drammatica di San Pietroburgo: Alessandra Giuntini e Antonio Villani.

Ora e luogo: martedì 1 dicembre alle ore 18,30 presso la sala dell’Associazione per i rapporti culturali e d’affari con l’Italia (Liteinij pr. 60).

KOS/ger

per leggere “Serate culturali italiane a San Pietroburgo: Eleonora Duse e Giuseppe Varacalli” in lingua russa clicca sul titolo che segue in cirillico, нажми “Итальянские культурные вечера в Санкт-Петербурге: Джузеппе Варакалли и Элеонора Дузе” для просмотра версии на русском.

Print This Post

Post correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *