Russia attacca Georgia. Saakashvili morto?

Georgia invasione Russa 285x300 Russia attacca Georgia. Saakashvili morto?

Invasione Вторжение

Come un media a diffusione nazionale può, nel giro di mezzora, seminare il panico in un intero paese.

Ieri sera il canale televisivo georgiano “Imedi” ha scioccato la popolazione diffondendo la falsa notizia che la Georgia è stata invasa dalla Russia; l’attacco dei russi avrebbe anche provocato la morte del presidente Mikhail Saakashvili.
Tutto è partito da una trasmissione che va in onda in prima serata, alle 20.00, e la cui reale tematica era “un report speciale sullo sviluppo dei possibili eventi in Georgia nel caso di un intervento militare da parte della Russia”.

Il conduttore di Imedi tv, una delle principali tv georgiane, con una calma glaciale, ha descritto agli spettatori gli eventi; raccontando che la mattina a Tskhinvali era avvenuto un atto terroristico contro il capo dell’Ossezia del Sud, Eduard Kokoyty. Dopo di che la Russia ha invaso la Georgia e ucciso il presidente Mikhail Saakashvili; il reporter Imedi tv annunciava inoltre che è stato immediatamente istituito un governo popolare.

Il programma è durato circa mezz’ora. Dopo le relazioni del terribile bombardamento di aeroporti e porti marittimi della Georgia, Imedi tv ha infine ammesso: nelle notizie che avete appena visto non vi è nulla di vero.

La cosa peggiore è che a questo cinico “scherzo di cattivo gusto” sono seguite conseguenze molto serie. Intendiamo, naturalmente, tra gli abitanti del paese, i georgiani. A Tbilisi e Gori con la falsa trasmissione sull’invasione russa è iniziato un vero e proprio clima di panico. Lo abbiamo appreso di persona, poiché anche noi abbiamo amici in Georgia e da loro abbiamo saputo dell’accaduto. Come molti che han creduto alla provocazione, i nostri amici georgiani ci hanno chiamato ieri sera e scioccati ci han gridato al telefono: “Sapete, i russi ci hanno attaccati e Saakashvili è morto!”.

Leggendo su wikipedia, nella versione in lingua inglese, si scopre che Imedi tv non è la televisione statale, ma un prodotto editoriale privato della Imedi Media Holding, società a cui fa capo la Rupert Murdoch‘s News Corporation. Adesso tutto è chiaro, il filo Cia Murdoch con questo show anti Russia prova ancora ad agevolare gli interessi americani in area georgiana.

KOS

Print This Post

Post correlati


Fatal error: Uncaught Exception: 12: REST API is deprecated for versions v2.1 and higher (12) thrown in /home/jenechka/massmediumblog.com/wp-content/plugins/seo-facebook-comments/facebook/base_facebook.php on line 1273