Ragazze russe vestono da prostitute? Gli italiani dicono di no

Mikhail Zadornov 256x300 Ragazze russe vestono da prostitute? Gli italiani dicono di no

Михаил Задорнов Mikhail Zadornov

Un famoso comico russo, Mikhail Zadornov, ha sollevato il malcontento dei russi; la motivazione è dovuta ad uno scherzo imbarazzante sulle donne russe che vivono a Vladivostok, risuonata in uno spettacolo del comico “Chi vive in Russia” (in nome della parodia del poema dello scrittore russo Nekrasov: Chi vive bene in Russia?).

Zadornov ha recitato al pubblico: “Tutte le donne sono vestite come consigliano le lucide riviste di moda, cioè, tutte le ragazze a Vladivostok hanno l’aspetto di una prostituta“.

Il 14 marzo questo spettacolo è stato trasmesso sul primo canale televisivo russo. Ad agire in difesa dell’onore delle donne russe di Vladivostok è stata una giornalista e redattrice, Maria Solovyenko. Lei ha intentato una causa al tribunale di Mosca contro il comico satirico e il primo canale tv russo; valutando i danni in un milione di rubli (circa 25 mila euro).

Abbiamo deciso di scoprire cosa pensano gli italiani sul modo di vestire delle ragazze russe. Per fare questo abbiamo posto la domanda alla ventura a diversi italiani iscritti sul social network russo Vkontakte. Ecco le risposte:

Fabio da Cagliari: Io sono stato sposato con una ragazza russa, e sono ragazze normali, come in tutto il resto del mondo!!!

Roberto di Pisa: L’abbigliamento e il modo di vestire è una cosa personale, è un gusto proprio, fa parte della personalità.. effettivamente vestirsi in maniera troppo provocante può risultare volgare, ma assolutamente non si deve fare questo tipo di paragone.. se devo dire la verità alcune ragazze russe che vedo in qualche foto anche qui sono vestite in modo provocante.. direi troppo provocante.. si, e inevitabilmente ti fa pensare che sono vestite simili ad una prostituta.. ma alla fine dico.. uno deve fare ciò che si sente dentro..

Giorgio da Palermo: Non sono d’accordo.

Andrea di Roma: Credo che le ragazze russe vestano come delle “VERE DONNE” non da prostitute!!

Alessandro da Bologna: Risponderò che non è vero..

Sergio di Rimini: Sono stato a Mosca, e non mi pare di avere visto ragazze e donne vestite da prostitute per la città; è evidente che alle donne russe piace vestirsi in maniera elegante, e non vestirsi in modo casuale; dal mio punto di vista è invece piacevole vedere una donna vestita da “donna”; in ogni caso non sono d’accordo con il comico russo. Ovviamente in Russia, come in tutti i paesi del mondo, ci saranno donne che vestiranno in maniera provocante, e la cosa non mi turba affatto; ognuno fa ciò che vuole nel rispetto degli altri, ed il comico russo dovrebbe essere “orgoglioso” del fatto che le proprie donne tengano così tanto alla propria “femminilità”.

Daniel da Bolzano: Tacchi o stivali laccati, mini gonna e calze, maglietta sgargiante e borsetta difatti conducono a l’immagine delle prostitute. Pero se posso dire, non solo in Russia, questo e l’abbigliamento da discoteca!! certo che in Russia ho visto ragazze vestite cosi anche all’università e questo e un po’ fuori luogo!!

Marco da Roma: Non ho abbastanza elementi a mia disposizione per dare una mia opinione, lo potrò fare solo dopo il mio viaggio in Russia, che non sarà tra molto tempo. Per quello che posso vedere dai profili che ci sono in questo social network, ed anche in altri dell’area russa, probabilmente molte non solo si vestono da prostitute, ma molto verosimilmente lo sono!

Luca da Pinerolo (Torino): L’abbigliamento e una delle migliore forme di comunicazione indiretta, con la quale un individuo ha la possibilità di esprimere se stesso senza il bisogno di entrare in diretto contatto con una persona. Il significato di un determinato abbigliamento è altamente soggettivo e rimane fortemente legato alla propria cultura e alla cultura del paese originario. Detto ciò, non posso rispondere per esperienza diretta (purtroppo non sono mai stato in Russia), ma posso tranquillamente affermare che generalizzare l’abbigliamento di una nazione intera (piccola come la Russia) sia un commento abbastanza superfluo e di poco conto. Inoltre qual’è l’abbigliamento tipico da prostituta? Qual’è il metro di giudizio?

Ovviamente gli italiani che ci hanno risposto hanno dimostrato un rapporto positivo nei confronti delle donne russe e la soddisfazione sul loro modo di vestirsi. D’altra parte, non si può ignorare, che queste persone hanno espresso il loro parere non in compagnia di amici, al bar mentre si sorseggia una birra, o in un ambiente confidenziale dove la conversazione è veramente sincera.

KOS

Print This Post

Post correlati

2 comments for “Ragazze russe vestono da prostitute? Gli italiani dicono di no

  1. Guido Eugenio
    23 marzo 2010 at 11:15

    Non è che io simpatizzi per Zadornov, poiché di lui, piuttosto che la spiritosaggine, mi fa ridere di più il fatto che si presenti davanti al pubblico con le battute scritte su dei fogli. Ma avete mai visto i comici di altri Paesi? In Italia ad esempio, Roberto Benigni, Beppe Grillo, Gigi Proietti, Giorgio Gaber (tanto per citarne alcuni), non si son mai visti in pubblico con il “copione” in mano; loro hanno tutto in testa, vanno a memoria e spesso le battute sono anche improvvisate, dette sul momento.

    Comunque, a prescindere dallo stile del comico, a mio parere la battuta di Zadornov va interpretata in modo corretto: L’errore commesso da Mikhail Zadornov è stato quello di sottovalutare quanto poteva essere comprensibile al pubblico femminile il suo messaggio; e poi sono dell’avviso che piuttosto di usare la parola “prostituta” avrebbe dovuto pronunciare “volgare”.

    Il senso della sua performance era quello di sollevare la questione su come oggi vestono alcune ragazze; a prescindere che siano russe, italiane, di Vladivostok, Milano o di.. Canicattì. Zadornov fa notare questo aspetto ponendosi poi nelle vesti della ragazza di quel tipo (cioè colei che veste in modo volgare) e che ascolta la critica del comico; ascolta ma non si vede, non pensa a se stessa, non si mette davanti allo specchio e valuta.. ma sposta il problema altrove; alle altre ragazze, quelle da lei lontane appunto. Ecco perché la battuta di Zadornov cade sulle ragazze di Vladivostok; è come se l’ascoltatrice a quel punto pensi: Ma chi, io? Ma no, non si riferisce a me, ma alle altre! Appunto le altre.. Il più lontano possibile; ecco, quelle di Vladivostok..

    Anche noi in Italia, se ricordate, abbiamo lo stesso modo di dire; quando parliamo di qualcosa che pensiamo (o vorremmo) non ci riguardi direttamente, e la figuriamo altrove, facendo riferimento ad un altro posto chiamato “Canicattì” poiché questo luogo è tra i più lontani della penisola.

    Se Mikhail Zadornov era italiano avrebbe detto “quelle di Canicattì” e di certo nessuno lo avrebbe citato in tribunale!

  2. Helga
    27 marzo 2010 at 20:39

    Qualche commento lo abbiamo ricevuto dopo la pubblicazione dell’articolo, pertanto le opinioni tardive le inseriamo qui sotto.

    Andrea da Roma: io non penso assolutamente che le donne russe vestano come prostitute. conosco Mosca e San Pietroburgo e (almeno lì) le donne vestono generalmente molto bene e di classe. Certo, ci sono anche molte ragazze che vestono eccessivamente. ma in genere le ragazze russe vestono in maniera bella ed elegante.

    Antonio da Roma: Io penso decisamente di No.. In realtà ognuno e libero di vestirsi come vuole.. Non sta a noi giudicare come si vestono le ragazze russe.. Se ti danno fastidio non guardarle.. Semplice no?

Rispondi