Le opportunità del nulla offerte da promotori istituzionali

Console San Pietroburgo Direttore ICE 300x225 Le opportunità del nulla offerte da promotori istituzionali

Faiti Salvadori e Carlo Ferrari Фаити Сальвадори и Карло Феррари

Faiti Salvadori, Console generale d’Italia a San Pietroburgo e Carlo Ferrari, direttore dell’Ice, Istituto nazionale per il Commercio Estero, presso la sede del Consolato della Venezia del Nord, in una recente visita in Sicilia si sono improvvisati promotori alla ricerca di imprenditori intenzionati ad allargare i propri orizzonti commerciali in Russia. Sono stati ricevuti a braccia aperte in varie località siciliane; a far loro da spalla anche la presenza di Paolo De Marco, rappresentante della Simest, Società Italiana per le Imprese all’Estero.

Le favole siciliane o meglio; le cassate..
Il Console generale d’Italia a San Pietroburgo, Faiti Salvadori, e il direttore dell’Istituto nazionale per il Commercio Estero (ICE) del Consolato italiano, Carlo Ferrari, sono andati in Provincia di Ragusa nell’ambito di una serie di visite in Sicilia che si sono svolte dal 15 fino a domenica 18 aprile. L’obiettivo era incontrare rappresentanti locali, imprenditori e operatori economici, per avviare nuovi rapporti di partnership commerciale con la Russia e più in particolare con la città di San Pietroburgo e la regione Leningradskaya oblasti.

Cito da quanto apparso nei quotidiani; Faiti Salvadori: “Il consumatore russo di oggi gode di una disponibilità economica che gli permette di rivolgersi ai mercati europei privilegiando l’acquisto di prodotti peculiari di cui abbonda la Sicilia, come per esempio l’olio di oliva .. L’Italia è la quinta meta turistica dei russi e i presupposti per creare rapporti commerciali con le aziende italiane ci sono tutti perché gli imprenditori russi sono interessati fortemente ai prodotti locali siciliani“.

A proposito, questi giornali per qualche motivo che non so chiamano il Console “Salvatore” Faiti.

Il Comune di Ragusa si farà promotore di un incontro in città tra esperti della sezione promozione e scambi commerciali dell’ICE che opera a San Pietroburgo e le aziende italiane del settore dell’agroalimentare, dell’artigianato, immobiliare e del turismo.

Faiti Salvadori e Carlo Ferrari lavorano a San Pietroburgo da poco tempo, forse talmente poco da non essere a conoscenza del chiaro segnale che la Russia mandò agli italiani residenti nella Federazione un paio di anni or sono..

  • Un italiano arrestato a Mosca. Vittima della famelica milizia russa? (0)
  • Vertice intergovernativo Italia-Russia: Accordi e pioggia di miliardi a totale gestione russa (4)
  • Vertice intergovernativo Italia-Russia: Wikileaks raffredda l’amicizia (0)
  • Russia pronta ad abolire il visto di ingresso. E l’Italia? (0)
  • Il Console Generale d’Italia a San Pietroburgo provoca incidente stradale (1)
  • Rispondi

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.