I furti delle compagnie telefoniche russe

SIM Card Russia 300x145 I furti delle compagnie telefoniche russe

Sim-Card Beeline Megafon Mts Сим-карты Мтс Билайн Мегафон

Alcuni dei metodi di sottrazione di denaro ai clienti stranieri dei tre grandi operatori di telefonia mobile in Russia, e un raffronto con la pratica italiana.

Anni fa in Russia le compagnie di telefonia mobile erano realmente in concorrenza tra loro e, cosa molto importante, non rubavano. Per decidere quale era più idonea alle nostre esigenze bastava confrontare le tariffe e scegliere quella più conveniente per l’uso che avremmo fatto del telefono cellulare. C’era solo da rispettare un paio di regole: nel conto della Sim doveva esserci un minimo di denaro altrimenti, raggiunto credito zero, non si era più in grado di ricevere telefonate o sms poiché veniva bloccata; la Sim non doveva restare inattiva per più di sei mesi altrimenti sarebbe stata disabilitata dal sistema e diveniva inservibile.

Il motivo del perché i clienti diventarono semplicemente “limoni da spremere” non è chiaro; probabile la ragione sia nei proprietari; se andiamo a vedere nel tempo sono cambiati. Le principali società di TLC russe furono fondate con l’aiuto di investitori stranieri (MTS tedeschi, MegaFon svedesi e finlandesi, Beeline americani), poi aumentò la partecipazione russa. Si potrebbe pensare che i connazionali avrebbero avuto maggior riguardo per il popolo russo; e invece no.

Il credito che si esaurisce da sé nella SIM MTS
Nell’estate del 2007 acquistai una Sim della compagnia Mts e poco tempo dopo si attivò, senza averlo chiesto, un servizio che permette di andar sotto di 300 rubli quando finisce la somma prepagata.. la funzione è molto comoda, se dimentichiamo di ricaricare non ci troviamo con il telefono bloccato e così possiamo ancora telefonare e inviare sms.

Poi, più o meno un anno fa, mi accorsi che con questa Sim della Mts accadeva qualcosa di strano; pur non usandola il credito scendeva; e certo! Mi avevano attivato, sempre senza averlo chiesto, un servizio sulle previsioni meteo di San Pietroburgo e, settimanalmente, addebitavano di 8,47 rubli la mia Sim; risultato fu che nell’arco di breve i pochi rubli a credito si esaurirono e iniziò ad andare sotto; ovvio c’erano i 300 rubli a disposizione!

Al call center mi dissero di reperire le istruzioni dal sito internet di Mts; provai a disabilitare il servizio inserendo quel codice, ma inutilmente poiché il giorno dopo si auto-riabilitava, così ho scoperto che in pratica è impossibile rimuoverlo. Arrivata poi ad una somma a debito di circa 170 rubli la Sim s’è bloccata; cioè non mi era più possibile telefonare o inviare messaggi sms, né tantomeno ricevere chiamate. Però continuavo ovviamente a ricevere solo i messaggio meteo non desiderati.. e dove erano i tanto pubblicizzati 300 rubli di fiducia, se poi possono solo spendersi per ricevere i messaggi da servizi indesiderati?!

Ecco, da questo video potete vedere e ascoltare ciò che accadeva. Nel telefono nero, il Motorola, c’è la Sim Mts; compongo il codice e visualizzo il credito (circa meno 170 rubli), provo a fare una chiamata e l’operatrice dice che non sono abilitato. Con l’altro cellulare, un vecchio Siemens con una Sim Tele2, provo a chiamarlo.. idem l’operatrice della Mts avvisa che il numero che tento di contattare è bloccato.

Beeline; prepagato un servizio mi hanno rubato la somma a credito!
A novembre 2009 comprai una scheda telefonica Sim dell’operatore Beeline; avevo sul conto 150 rubli, ma non la utilizzai, era di riserva nel caso finissi il credito su quella abitualmente in uso nel telefono. Siccome sapevo che dopo sei mesi di inutilizzo la carta si blocca, qualche giorno fa decisi di accenderla poiché rimaneva giusto qualche settimana.. Immaginate lo stupore quando, provando a chiamare ad un numero, la voce registrata mi ha detto che ero impossibilitato a effettuare chiamate; beh è strano.

Senza alcuna speranza ho fatto il codice per conoscere a quanto ammontasse la somma del credito telefonico; ed è arrivato l’sms di risposta, però nel messaggio c’era una cifra che mi ha stupito: 0,00! Insomma, il numero funzionava ma non aveva una lira; ops pardon un kopeko. Potevo solo ricevere chiamate e messaggi; e non capivo come era possibile. Dove erano finiti i miei 150 rubli?

Poi ho cercato la risposta; l’ho trovata sul sito di Beeline leggendo le informazione sulla mia tariffa. Arrivato alla fine del lungo elenco con i prezzi dei vari servizi ho dato un sguardo alle note scritte in piccolo; una di queste diceva: “Nel caso voi non usiate il numero telefonico per un periodo di 90 giorni, dal vostro conto saranno scalati 5 rubli al giorno“. Ecco dove erano finiti i miei soldi! In un mese se li è mangiati la compagnia telefonica Beeline.

  • Ricarica telefonica in Russia (2)
  • Soggiorno a Bielefeld per due settimane (1)
  • Schiacciate sei macchine in centro città (0)
  • Processo truffatori napoletani Tribunale di San Pietroburgo (4)
  • La metà dei telefoni cellulari in commercio non sono testati per i campi elettromagnetici (0)
  • 3 comments for “I furti delle compagnie telefoniche russe

    1. Sim-Russia
      22 gennaio 2011 at 04:49

      La mia esperienza con la compagnia telefonica MTS:
      Avevo, anzi tuttora ho una Sim russa della MTS. Ritornato in Italia funzionava a meraviglia. Passati 4 mesi e paff, bloccata.
      Ritorno in Russia e scopro il credito s’era volatilizzato per questa fregatura del mantenimento del numero. Grazie MTS!

    2. Ricarica-Sim-Russa
      5 febbraio 2011 at 13:03

      Salve, sapete dirmi se esiste la possibilità di ricaricare una Sim russa dall’Italia? Avrei bisogno di mettere denaro nella Sim comprata a Mosca e non riesco a trovare qualche servizio online per effettuare il pagamento. La compagnia telefonica è la Megafon.
      Grazie.

    3. Webmaster
      5 febbraio 2011 at 23:47

      Direi che ricaricare la Sim russa dall’Italia non è un problema; come gli altri stranieri in possesso di una Sim-card telefonica di Russia non devono preoccuparsi; è sufficiente avere una connessione alla rete internet ed una carta di credito bancaria, anche se prepagata. Quasi tutti gli operatori di telefonia mobile russi – inclusi i quattro giganti Megafon, Mts, Beeline e Tele2 – permettono dai loro portali di ricaricare la Sim del telefono utilizzando la carta di credito; ovviamente questi siti sono in lingua russa, pertanto se non si conosce il cirillico sarà difficile riuscire nell’impresa. Avrete anche fatto caso che hanno la versione del sito inglese, ma da quelle pagine non si arriva ad effettuare il pagamento per la ricarica della Sim.

      Ci viene in aiuto il servizio WebMoney, anche se con una piccola commissione sull’importo speso, che offre una versione del sito per le ricariche telefoniche delle Sim-card russe, in lingua inglese. Attenzione però, dovete usare un browser che non sia installato o settato, in lingua russa, altrimenti le pagine saranno reindirizzate a quelle in cirillico. Ovviamente per prima cosa bisogna registrarsi ed aprire il proprio conto.

      Nelle istruzioni che seguono non inserisco link, potrete usare il copia-incolla anteponendo il www. alle url che leggete.

      Andiamo sulla pagina iniziale di WebMoney all’indirizzo wmtransfer.com e posizioniamoci con il puntatore del mouse, senza cliccare, sulla voce SpendWM; rimane all’incirca al centro di quella serie di tasti di colore grigio. Subito sotto appare un campo con molte voci; la prima, proprio appena in basso alla scritta blu “Pay for goods and services listed at the Megastock online catalogue“, dal titolo “Mobile Communications” è quella che a noi interessa. Ci clicchiamo ed il gioco è fatto; si arriva cioè nella pagina (questo è l’indirizzo: megastock.ru/Resources.aspx?gid=48&lang=en) che permette di effettuare i pagamenti online su molti operatori telefonici russi, e non solo russi ma anche ucraini ed altri. In quella schermata troviamo un elenco delle compagnie telefoniche, clicchiamo sul nome di quella di nostro interesse e procediamo – previo login se già non ci eravamo autenticati con l’accesso – per effettuare il pagamento.. Avete notato in alto a destra dei numerini da 1 a 8, ebbene sono presenti otto pagine di operatori telefonici! Direi che il servizio è completo.

      Adesso devo spiegare, in russo, di cosa stavo parlando.. visto che il commento su come effettuare il pagamento online per ricaricare una Sim russa è un po’ lungo.

      Se avete domande o desiderate ulteriori chiarimenti, potete commentare.

      Здесь ответ на вопрос, как иностранцу с русской сим-картой пополнить счет мобильного телефона (Билайн, Мегафон, Мтс, Теле2) из заграницы через интернет с помощью банковской карточки, разумеется за комиссию.

    Rispondi

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.