Libia: Le verità dietro al massacro

Unita San Marco Marina militare 150x150 Libia: Le verità dietro al massacro

Спецслужбы помогают Каддафи I servizi segreti in aiuto a Gheddafi

Negli anni passati la Libia fu’ assoggettata ad embarghi internazionali ed a spuntarla è sempre stato il Rais; che Muammar Gheddafi non sia mai stato piegato dall’imperialismo angloamericano è un dato di fatto.

Quella in atto in Libia è una guerra di intelligence, di servizi segreti; ecco chi ha armato la popolazione civile e supportato la rivoluzione. In queste ore sentiamo proprio i rappresentanti di questi Paesi, specie attraverso i media, sottolineare gli stretti legami tra il regime libico e l’Italia, tra Muammar Gheddafi e Silvio Berlusconi, fingendo di non ricordare. Rievochiamogli, sinteticamente, come sono andati i loro rapporti con la Libia in questi ultimi anni. Dal 2004, anno in cui l’Unione europea ha revocato l’embargo totale alla Libia, con Gheddafi si sono inchinati e genuflessi molti Paesi, vediamoli.

Perché in ballo erano le concessioni a quattro compagnie petrolifere statunitensi, giusto l’anno scorso, il dipartimento di stato americano inviò un sottosegretario per formalizzare scuse ufficiali avanti alla tenda di un Gheddafi infuriato per le dichiarazioni di un portavoce americano che lo aveva definito “di poco buon senso”.

L’Inghilterra addirittura liberò l’agente libico Abdelbasset al-Megrahi, responsabile dell’attentato al volo di linea Pan Am 103 schiantatosi al suolo, per l’esplosione di un ordigno nella stiva, a Sherwood Crescent, Lockerbie, in Scozia; questo per avere in cambio concessioni petrolifere e sul gas.

I francesi, già nel 2006, erano pronti a rimodernare l’arsenale bellico libico con i modernissimi elicotteri Tigre ed i jet Rafale. Si dovettero però accontentare solo di dover modernizzare i vecchi Mirage F-1; proprio quegli aerei che in questi ultimi giorni vengono utilizzati dall’aviazione libica per bombardare e reprimere i rivoltosi.

Ovviamente l’Italia non è da meno; negli ultimi anni ha fornito alla Libia armamenti, passando dal valore di circa 15 milioni di euro del 2006 ai quasi 112 milioni di euro del 2009, un incremento vertiginoso!

Signoraggio contro Gheddafi (2)
  • Prossimo dopo Gheddafi sarà Putin: Russofobia nei media italiani (0)
  • Putin sulla Libia e l’eliminazione di Gheddafi (0)
  • Mikhail Saakashvili: Burattino d’America ed Israele (4)
  • Gli italiani sul fronte orientale. Mostra a Trento (0)
  • internal_server_error<![CDATA[WordPress &rsaquo; Errore]]> 500