Il baccellierato danneggia italianisti

Italia Russia Russia Italia 300x209 Il baccellierato danneggia italianisti

Anno dell'Italia in Russia e della Russia in Italia 2011 Год Италии в России и России в Италии

Il nuovo sistema dell’istruzione in Russia (baccellierato, ovvero bachelor più master) danneggia la qualità della formazione al dipartimento italianistica della Facoltà di lettere dell’Università statale di San Pietroburgo; così afferma Inna Pavlovna Volodina (Инна Павловна Володина), dottore di Filologia che ha lavorato alla Facoltà cinquantadue anni.

Il sistema del baccellierato ha procurato danni, perché, per quanto sia triste, è cambiato il modo di vedere la filologia“. Precedentemente tutto era diverso, racconta la signora Volodina all’incontro presso l’Associazione per i rapporti culturali con l’Italia (La Casa dell’amicizia). Inna Pavlovna Volodina rammenta i suoi insegnanti fondatori del dipartimento italianistica, Shishmaryov, Kasatkin e Reizov (В. Ф. Шишмарев, А. А. Касаткин и Б. Г. Реизов) e proprio al 60-esimo anniversario del dipartimento era dedicato il suo discorso; i tre professori ricercatori avevano lo stesso modo di vedere la filologia, come la trinità della lingua, le discipline linguistiche e la critica letteraria.

Oggi la filologia significa soltanto l’apprendimento delle lingue e delle discipline linguistiche; cioè quella trinità preesistente s’è disintegrata. Alla cattedra della filologia romanica adesso si laureano solo i linguisti“.

Inna Volodina fa una pausa di qualche secondo e tira un sospiro profondo: “Non posso non rivelare che, agli stessi studenti che studiano nel gruppo italiano, non sia permesso scrivere lavori sulla letteratura. All’epoca non esisteva una divisione cosi stretta fra i linguisti ed i critici letterari, ogni studente andava a tutti corsi; adesso non è più così. Questo lo reputo spiacevole“.

A parlare delle conseguenze negative dell’introduzione del baccellierato sono non solo gli italianisti, ma anche altri professori e ricercatori; però nessuno ha intenzione di ritornare al vecchio sistema.

Petrarca è tra noi
Dopo la veterana dell’italianistica, Inna Volodina, ossia “la colonna” come l’ha simpaticamente chiamata il direttore dell’Istituto italiano di cultura di San Pietroburgo, Giorgio Mattioli, è intervenuta la rappresentatrice di una generazione più giovane, Tatyana Viktorovna Yakushkina (Татьяна Викторовна Якушкина), narrando della sua monografia “Il petrarchismo italiano del XV – XVI secolo: canone e tradizioni” (Итальянский петраркизм XV – XVI веков: традиции и канон). Discorso sovente infastidito dal fatto che, dalle finestre che si affacciano sulla strada, si sentivano i clacson degli autoveicoli bloccati nel traffico e transitanti sulla Liteyniy Prospekt..

Risulta che l’ideale odierno della bellezza femminile, cioè la donna bionda dagli occhi azzurri (tipiche ragazze russe), deriva dalle opere di Francesco Petrarca e la sua Laura; solo un classico aveva contrapposto questo ideale con il suo, di una donna bruna, ed è stato Shakespeare.

Le traccie di Petrarca si possono trovare anche nella lingua russa; il fatto sta che il poeta russo Aleksandr Pushkin (А.С. Пушкин), creatore della leggera lingua russa, è stato influenzato dal suo predecessore, il poeta Batyushkov (К.Н. Батюшков). Quest’ultimo cercava di armonizzare il russo “rozzo, odorante di tartaro” basandosi sul retaggio del Petrarca.

Prossimi eventi dell’Associazione
Fa sapere Natalya Alekseevna Markova (Наталья Алексеевна Маркова), segreteria dell’Associazione per i rapporti culturali con l’Italia, che il 21 marzo si terrà la serata dedicata al 150-esimo anniversario della Unificazione dell’Italia. Il programma comprende una relazione, un concerto e la proiezione del film “Noi credevamo” (2010) sul Risorgimento.

Il 2 aprile si terrà una serata dedicata alla chiesa ortodossa in Italia, verrà presentato il libro di Mikhail Talalay (Михаил Талалай) dal titolo “La vita ecclesiastica russa e l’edificazione delle chiese ortodosse in Italia” (Русская церковная жизнь и храмостроительство в Италии), nell’ambito del quale sarà proiettato anche un film.

KOS

Print This Post

Post correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.