Putin sul dollaro: USA parassiti dell’economia

Propaganda contro Russia Putin sul dollaro: USA parassiti delleconomia

Propaganda contro la Russia Пропаганда против России

Debito USA: L’America vive a credito e sulle spalle degli altri, al di sopra dei propri mezzi e lascia parte dei propri problemi finanziari sull’economia mondiale; gli Stati Uniti agiscono come parassiti dell’economia mondiale usando a loro favore la posizione di monopolio del dollaro; Vladimir Putin, primo Agosto 2011, Seliger, Russia.

Nella panoramica internazionale coloro che pensano che il dollaro americano abbia fatto il suo tempo sono sempre più numerosi; Muammar Gheddafi aveva l’idea di sostituire la predominanza del dollaro con il dinaro d’oro, almeno per il continente nord africano, nelle terre islamiche e nell’Asia occidentale. Abbiamo visto però come gli Stati Uniti hanno reagito, andando contro lui ed il suo popolo con una guerra che non ha fine, prendendo a pretesto della pura propaganda, ciò che le loro intelligence avevano preparato nel territorio, ovvero l’aver assoldato un manipolo di stranieri, averli fatti passare per libici che protestano ed aver scatenato una rivolta per motivare un’azione di guerra in Libia. Era in realtà una farsa, il solito teatrino già visto con le rivoluzioni colorate in molti altri Paesi.

Invece il sistema messo in piedi contro la Russia, il governo russo, il Presidente Medvedev (Медведев) e Putin (Путин) è molto più semplice. Arruolano e reclutano in Rete chiunque sappia scrivere bene il russo, pangandoli bene; il lavoro consiste nel fare propaganda anti Russia nei social network, nei forum e nei commenti a portali con elevato traffico d’utenza. Il freelance viene pagato sino ad 82 mila rubli (oltre 2 mila euro) per questo sporco lavoro contro la Russia. Chi sia dietro a queste organizzazioni lo potete benissimo immaginare, non serve fare nomi; questi propagandisti non riuscendo con altri metodi – simili a quelli che ho qui illustrato – cercano attraverso internet di gettare fango sulla Russia.

La guerra di propaganda contro la Russia mossa su internet:

Lo vediamo anche sui media italiani; provate a leggere i titoli di questi giorni riferiti all’incontro tra Putin ed i giovani russi; sono falsità e illazioni contro il primo ministro russo. Chissà al soldo di chi lavorano e quanto prendono questi giornalisti portavoce delle volontà americane o le loro testate, per scrivere certi articoli?

Poi però basta vedere il video integrale dell’incontro avvenuto tra il primo ministro russo ed i giovani del partito per comprendere come realmente stanno le cose; i ragazzi russi fanno delle domande a Putin come rivolgendosi ad un padre, ed egli risponde in modo chiaro, senza parole difficili e senza peli sulla lingua.

Vladimir Putin è ben voluto ed amato dalla popolazione russa, sa stare tra i giovani, scherza con loro e, nel possibile, fa insieme a loro ciò che desiderano o chiedono: Arbitrando una gara di braccio di ferro, scalando una parete a mani nude proprio come un free climbing, tenta di piegare una padella con la forza delle sue braccia, ma come potrete vedere dal video integrale dell’incontro non è lui in realtà a piegare le padelle, bensì un ragazzo di quel gruppo.

Putin parla del dollaro e del debito degli Stati Uniti raffigurandoli a parassiti per l’economia mondiale. Video integrale:

Non sarà la prima volta che Putin mostra la sua forza fisica; tra le altre ricorderete quando, nell’agosto del 2010, fece una cavalcata a petto nudo tra le steppe della Siberia, e le sue foto girarono il mondo. Ma cosa c’è di male in questo? E’ forse meglio avere un presidente falso come Barack Obama, candidatosi ed arrivato alla Casa Bianca sfruttando la propaganda in Rete, offrendo alla popolazione speranze e promesse e senza averne portata alcuna a compimento; oppure è meglio un Berlusconi con tutti i suoi scandali?

Adesso anche i poteri politici della Russia (Россия) sono stanchi del sistema americano e si esprimono contro il dollaro. Durante un incontro informale con giovani sostenitori politici, cosiddetti Nashi (che significa Nostri; in russo Наши), nel rispondere a domande riguardanti le vicende del debito USA Vladimir Putin (Владимир Путин) ha affermato che era un gioco tutto previsto “..Gli Stati Uniti vivono a credito, al di sopra dei propri mezzi e lasciano una parte dei propri problemi finanziari sull’economia mondiale, gli USA agiscono come parassiti dell’economia mondiale usando a loro favore la posizione di monopolio del dollaro..”

L’incontro si è svolto al campo estivo annuale della gioventù pro-Cremlino nella località Seliger (Селигер) sull’omonimo lago nella regione di Tver (Тверская область).

Questo comportamento di Putin potrebbe rammenta un po’ Berlusconi, anche lui spesso dice o fa’ cose inaspettate; ma non lasciatevi ingannare da chi scrive nei quotidiani questi confronti, il premier russo ha una visione delle cose molto chiara e, a differenza di Berlusconi, mette sempre per prima ragione il bene del Paese e dei russi ed è molto ben voluto dalla maggioranza del popolo.

Non dimentichiamoci del complotto contro Strauss-Kahn
L’ex capo del Fondo Monetario Internazionale, anche lui criticava il monopolio del dollaro, parlava di una moneta alternativa ed aveva ammonito pesantemente l’amministrazione USA, affermando che gli Stati Uniti spendono troppo per la difesa, le armi e le guerre. Ma anche Strauss-Kahn con un complotto è stato cacciato dall’incarico per via della falsa accusa di stupro da parte di una donna delle pulizie di uno dei più prestigiosi hotel di New York, il Sofitel; come se in ambienti così lussuosi, frequentati da gente molto ricca o importante non ci sia alcuna sorveglianza ne organizzazione delle pulizie delle stanze e possano accadere certe cose così assurde. L’ex direttore del FMI dovrebbe chiedere i danni all’hotel Sofitel.

E non dimentichiamo che in Cina
L’agenzia di rating Dagong Global Credit Rating, in contrasto con le tre agenzie di rating tradizionali americane, Moody’s, Standard e Poor’s e Fitch, ha declassato il debito degli Stati Uniti, affermando che l’accordo raggiunto dai politici americani non fa nulla per affrontare il problema del debito di fondo; in pratica il collasso ed il default degli USA e del dollaro americano sono solo stati rimandati di qualche tempo. L’agenzia di stampa ufficiale Xinhua ha chiamato il processo negoziale per l’accordo “una folle farsa della politica del rischio controllato“.

Elezioni 2012 nella Federazione Russa
Vi ricordiamo che in Russia nel prossimo anno 2012 arriveranno le elezioni presidenziali. Candidato del partito Russia Unita (Единая Россия) dovrebbe essere Putin oppure Medvedev e di certo non si presenteranno entrambi come rivali, alcuni lo dicono, ma non lo crediamo; d’altronde altri seri candidanti per coprire la carica di Presidente della Federazione Russa per adesso non ci sono, quindi sta ai due decidere chi, tra di loro, governerà il Paese per i prossimi sei anni.

GER

Print This Post

Post correlati

1 comment for “Putin sul dollaro: USA parassiti dell’economia

  1. Aureliano
    1 dicembre 2011 at 08:44

    Putin ha pienamente ragione! Però gli americani si possono permettere di essere parassiti dell’economia, la loro banca centrale non rema contro, anzi supporta lo stato e partecipa a rifilare il debito agli stranieri.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.