Pussy Riot – Arma nelle mani della propaganda occidentale

Nadezhda Tolokonnikova Pussy Riot   Arma nelle mani della propaganda occidentale

Nadezhda Tolokonnikova Pussy Riot Надежда Толоконникова

E’ passata poco più di una settimana da quando è stato emesso il verdetto nel caso “Pussy Riot” (Пусси райот) ed i media continuano sempre a parlarne: C’è chi le sostiene, chi critica e c’è chi si limita ad informare in merito a un nuovo post nel blog del gruppo punk.

La storia delle Pussy Riot ha attirato l’attenzione dei media di tutto il mondo, molti noti quotidiani hanno pubblicato le foto delle partecipanti del gruppo femminista russo sulla copertina come, ad esempio, il tedesco Spiegel. Ci siamo chiesti perché loro e non qualcosa d’altro sia diventato argomento di discussione così popolare. I media occidentali hanno maggiormente parlato dell’azione delle Pussy Riot come di una protesta contro il presidente russo Vladimir Putin (Владимир Путин), quindi solo del suo lato politico, mentre la corte del Tribunale russo si era occupata a procedere piuttosto per il lato religioso e sociale, per il reato di vilipendio. Le ragazze del gruppo Pussy Riot sono state condannate per teppismo, per l’insulto dei credenti, per aver violato un luogo sacro, ma non per il discorso politico; ed i mass media occidentali non hanno pensato ai credenti.. Anzi non hanno informato i lettori scrivendo la verità sul processo, bensì si sono attenuti alla solita farsa della disinformazione a scopo di propaganda; vuoi perché le notizie le prendono dai media angloamericani (traducendole dalla lingua inglese) e dai dispacci della CIA, trasmessi da agenzie di stampa dedite a divulgare nel mondo propaganda contro Putin e la politica russa.

  • Notizie in vignette: In Italia i disordini ed in Russia la campagna elettorale (0)
  • La lettera di Celentano contro Berlusconi fa furore in Russia (1)
  • La crisi in Italia e Putin diventa comunista (0)
  • Berlusconi sui tacchi e Medvedev gioca a badminton (0)
  • Vertice G20 ed il delizioso kebab di merda (0)
  • Rispondi